Archivi categoria: Preghiera

Io voglio bene a mio fratello Giuda

In questi ultimi giorni, sulla stampa si è tornati a parlare di Giuda, il discepolo traditore, quello del bacio, quello che è finito impiccato. Un traditore o un tradito? È lui che ha tradito Gesù, o è Gesù che ha … Continua a leggere

Pubblicato in Il Giornale dell'Umbria, Peccato, Preghiera | Commenti disabilitati su Io voglio bene a mio fratello Giuda

È risorto: e la mia speranza con lui

Sarà bene dirlo subito. Mettendo insieme questo pezzo (composto di testi da me scritti per altre occasioni) io mi schiererò dalla parte di “loro”. Di «quelli che non hanno speranza, che non hanno bellezza, che non hanno una patria quaggiù». … Continua a leggere

Pubblicato in Il Giornale dell'Umbria, Poesia, Preghiera, Sacre Scritture | Commenti disabilitati su È risorto: e la mia speranza con lui

Ha rovesciato i potenti dai troni…

Fu tra la fine del settembre e i primi giorni d’ottobre dello scorso anno che cominciai a pregare ogni giorno perché si avverasse anche a tempo nostro la profezia che la Madre di Gesù pronunciò quando, già incinta di lui, … Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro, Il Giornale dell'Umbria, Morale, Politica, Preghiera | Commenti disabilitati su Ha rovesciato i potenti dai troni…

Ascensione, o le diverse presenze dell’assente

Erri De Luca è un finissimo scrittore di cose bibliche, un innamorato di una Scrittura che è sacra per ben tre grandi religioni, tuttora vive e presenti sulla terra: ebrei, mussulmani, cristiani, in tutto o in parte vi si riconoscono. … Continua a leggere

Pubblicato in Il Giornale dell'Umbria, Il problema di Dio, Preghiera, Religioni, Sacre Scritture | Commenti disabilitati su Ascensione, o le diverse presenze dell’assente

E se fosse proprio il giorno del giudizio?

Dopo diciotto giorni di rivolta del popolo, anche l’ultimo Faraone è caduto. È dovuto scendere dal suo trono, e la sua statua è stata rimossa dal suo piedistallo. Ora il Cairo, come tutto il Paese del resto, vive sospeso fra … Continua a leggere

Pubblicato in Il Giornale dell'Umbria, Libertà senza valori, Politica, Preghiera | Commenti disabilitati su E se fosse proprio il giorno del giudizio?

Natale: la storia, il mito, la poesia, la liturgia

La prima notizia sicura sulla celebrazione di una festa liturgica dedicata al Natale è del sec.IV. Essa ci riporta una descrizione, ritenuta fedele dagli storici, di come veniva celebrata la memoria del natale a Gerusalemme e a Betlemme: Il Natale … Continua a leggere

Pubblicato in Il Giornale dell'Umbria, Poesia, Preghiera, Religioni, Storia della liturgia | Commenti disabilitati su Natale: la storia, il mito, la poesia, la liturgia

A me di Dio non importa, o meglio, importa terribilmente

«A me di Dio non importa. O, meglio, importa terribilmente. Io soffro per lui, perché lo vorrei, e non lo conosco. Io credo in Dio, disperatamente. Poveramente. Semplicemente. Perché mi è terribilmente necessario: crederei in lui anche se sapessi che … Continua a leggere

Pubblicato in Il Giornale dell'Umbria, Il nome di Dio, Poesia, Preghiera, Vita come valore | Commenti disabilitati su A me di Dio non importa, o meglio, importa terribilmente

Un evangeliario come sfida

Esattamente nel centro geometrico, nel cuore stesso dell’ Umbria, seminascosto tra il verde di querce, cipressi e olmi, a ridosso di una stretta ansa del Tevere che dista non più di cento metri in linea d’aria, sorge un piccolo prezioso … Continua a leggere

Pubblicato in Casalina e Santuario Madonna del Bagno, Il Giornale dell'Umbria, Preghiera, Storia della liturgia | Commenti disabilitati su Un evangeliario come sfida

Quando la preghiera è di scandalo

Può mai la preghiera diventare uno scandalo? Anche solo il pensarlo appare irriverente. Eppure qualche volta avverto questa sgradevole sensazione. È un senso di disagio che mi prende quando leggo certi salmi.

Pubblicato in Chiesa, Corriere dell'Umbria, Preghiera, Sacre Scritture | Commenti disabilitati su Quando la preghiera è di scandalo

Cambiano le parole, ma non cambia la fede

L’argomento non è più attualissimo (sono passati una ventina di giorni dall’annuncio) ma qualcuno mi domanda ancora perché non ci spendo una parola: come si fa a cambiare il Padre nostro e l’Ave Maria dopo che per tanti secoli s’è … Continua a leggere

Pubblicato in Corriere dell'Umbria, Preghiera | Commenti disabilitati su Cambiano le parole, ma non cambia la fede