Venerdì 4 Novembre 2016 – La buonanotte di don Antonio

4 Novembre 2016: venerdì di esultanza e di passione per Casalina. Comincerò dalla passione, per non lasciarci con l’amaro in bocca, anche se un po’ d’amaro ci resterà comunque.
La notizia meno bella, anzi decisamente brutta, è che per ora la nostra chiesa rimane chiusa, almeno fino a nuovi più approfonditi controlli. La messa domenicale sarà celebrata al Santuario alle 11,00; la messa feriale sarà celebrata nel nostro carissimo gioiello, da poco ritrovato: il tempietto della Madonna delle Grazie, sempre alle ore 16. Saremo stretti ma staremo più caldi.
La buona notizia, invece, sta in questo: i Piccoli Pellegrini di Casalina hanno vinto la loro battaglia che in cifre andrebbe resa così:
durata: 10 mesi e sette giorni (per la precisione 332 gg. Dai quali va tolto un numero imprecisato di domeniche a partire dall’inizio del grande caldo fino a oggi (circa un 20-25 domeniche): rimangono sempre più di 300 giorni di pellegrinaggio;
presenze: in media intorno ai 14-15 persone al giorno (nei primi mesi eravamo spesso sopra i venti al giorno) per un totale di complessive 4575 presenze, nel corso dei dieci mesi.
Chilometri percorsi: 4 al giorno (andata e ritorno) da moltiplicare per il numero dei singoli partecipanti. Cosa che nessuno può fare né sugli altri né su sé stesso (a meno che non ci siano fra noi pignolissimi ragionieri).
Complessivi chilometri percorsi dall’intero gruppo (stima molto approssimata): 305 gg x 4 km x 15 partecipanti = 18.300 km.
Rimane da fare la chiusura della Porta Santa, che avrà luogo (secondo direttiva di oggi) sabato 12 c.m., con messa al Santuario. Il programma sarà fatto conoscere entro domenica.
E per oggi basta così: che Dio ci benedica e ci sia vicino in questo tempo, speriamo non lungo, di esilio dalla nostra chiesa. Ma non saremo noi quelli che stanno peggio. Questo pensiero non è che ci possa consolare, ma ci potrà aiutare.
Don Antonio

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri della buona notte. Contrassegna il permalink.