Leggete questi brevissimi…

Leggete questi brevissimi versi d’un grande.
Ma non era un poeta. Era solo un vescovo
chi scriveva questi versi sui quali torneremo
ancora.
“Sarai molto povero
finché non scoprirai
che non è a occhi aperti
che puoi vedere di più.
Sarai molto ingenuo
finché non imparerai
che con le labbra chiuse,
puoi avere silenzi più ricchi
che la profusione di parole.
Sarai molto maldestro
finché non ti accorgerai
che, con le mani giunte,
puoi agire molto di più
che agitando le mani:
senza volerlo
potrebbero ferire.
Parole senza titolo
Scritte il 14 dicembre 1953.
Chi è l’Autore? Un vescovo dicevo.
Piccola la sua statura fisica,
gigantesca la statura morale.
Il nome? Dom Helder Camara, dove dom sta per don,
come don Antonio. Dominus, come signor.
È il titolo dei preti e dei benedettini.
Brasiliano (del Nord), lo chiamavano
il vescovo rosso (comunista). Non era comunista,
era solo cristiano. Veramente cristiano.
I suoi grandi amori? Cristo. E i poveri.
Come dovremmo tutti.
E per stasera è tutto. Don Antonio.

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri della buona notte. Contrassegna il permalink.