La bella giornata di cui vi parlavo……….

La bella giornata di cui vi parlavo sabato scorso
l’abbiamo vissuta stamattina a partire dall’ora ingrata delle 6,50 fin verso le 8,30 del ritorno.
E credo che tutti siano d’accordo nel riconoscere che ne è valsa la pena. Per qualcuno certamente è stato il battesimo televisivo.
Qualche difficoltà la trasmissione, nella prima parte l’ha avuta, ma nella seconda parte tutto è filato via liscio. Una inesattezza c’è stata nel numero di mattonelle presenti attualmente nel santuario: più di 800 nella realtà, ca. 200 quelle rubate. In trasmissione le cifre si sono invertite. Un malinteso, evidentemente, fra me e l’ottima e simpatica conduttrice. Lo faccio presente solo per amore di precisione.
Davvero il nostro è ormai un bel gruppetto di devoti di Maria che sono anche diventati amici fra di loro. Una trentina di persone che garantiscono una presenza quotidiana fra le 18-23 persone. Quasi un miracolo se si pensa che la cosa va avanti già da quasi 4 mesi. E davanti ne abbiamo ancora 7.
Ora però mi devo cambiare passo, tono e argomento, che forse interesserà ben poco chi non mi conosce con conoscenza di amicizia o di affetto,
Avendo però io chiesto a tutti di non farmi domande sul mio stato di salute (perché quelle importanti le avrei fatte conoscere da solo) oggi devo informarvi che stamattina ho incominciato la radioterapia per debellare il carcinoma al polmone, il classico tumore dei fumatori che stavolta ha pensato bene di prendersela con uno che fumatore non è mai stato. Lusingato di tanta preferenza, ho deciso, ciò malgrado, di difendermi. Il primo impatto è stato eccellente. Il solo fastidio che ho provato è stato quello di dover spogliare e rivestire il mio malandato torace nel giro di 10 minuti. Un fastidio a cui si può sopravvivere. Quanto questa cosa andrà avanti non so ancora. Sarà deciso in corso d’opera. Io ne sarei già stufo, ma non la darò vinta al tumore fellone senza combattere. E voi ne sarete debitamente informati. E che Dio mi benedica con tutti voi.
Don Antonio

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri della buona notte. Contrassegna il permalink.