Dice: l’ho pregato tanto………

Dice: l’ho pregato tanto, ma non è successo niente.
Dio è rimasto sordo alle mie preghiere.
Mi sono raccomandato alla Madonna, ai Santi: niente.
Così ho perso la fede.
Oppure: sono arrabbiato con Dio.
O non c’è, o è sordo. O era uscito di casa. O dormiva.
Un Dio così non mi serve.
Intanto il mio bambino… o mia moglie… loro non ci son più.
Oppure guarda che disastro: la mia casetta, tutta una vita di lavoro, guarda com’è ridotta…
M’avevano sempre detto: prega, t’aiuterà!
L’ho pregato… ecco che fine ho fatto… Lei era tutto per me…
non ho più niente… Basta con la fede ho finito.
Così parlano spesso gli uomini che hanno perso una fede
tutta fondata sull’utilità. Una fede contro le disgrazie.
Un’assicurazione. Gesù non ce l’ha promessa.
“Padre, se è possibile passi da me questo calice”.
Ma il calice rimase lì, e lui dovette berlo.
Il premio era per dopo. Oltre la croce. La risurrezione.
Gesù che l’aveva anche detto:
“Non la mia volontà, ma la tua sia fatta”.
E così fu. E le cose ebbero il loro corso.
Sembrò la sconfitta della fede, ma fu il suo trionfo. La risurrezione.
E la vita per sempre.
Benedizione su tutti. Don Antonio

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri della buona notte. Contrassegna il permalink.