Nenia per don Antonio

Per una canterina come me
la morte è liberazione nell’altrove:
rimane la musica della tua voce
parla al cuore
per sempre

Canta un Dio d’amore da amare
la terra umbra da lavorare
contemplare
ogni persona da ascoltare

La tua voce è luce
Illumina l’anima delle cose
impossibile da vedere
con lo sguardo delle nebbie

Siamo fango e nuvole nere
Verità nascoste soffierai fra le costole
misteri per la ragione
che tutto vuol capire

E il dolore? E il male?
Domande in sospensione
chiedono consolazione
se non c’è soluzione

Aiuterai a pregare
per una Chiesa come il Salvatore
venuto tra noi a liberare
un regno nuovo salvato:
un paese creato
casa del vivente

E siccome mi piace ballare
ti vedo fra le armonie delle stelle
a imparare nuove danze
nel tempo delle attese

Sei amico sacerdote
delle nostre passioni divine
polveri eterne
Già paradiso con te

Marilena Menicucci
Questa voce è stata pubblicata in Dediche. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Nenia per don Antonio

  1. Michèle Leroux scrive:

    Grazie per questa bella e commovente poesia. Don Antonio è sempre presente nei nostri cuori.

I commenti sono chiusi.